Condanniamo fortemente l’attacco russo all’Ucraina e la barbara guerra che si abbatte sul popolo ucraino. Siamo solidali con le vittime di questa aggressione come con le vittime di altre guerre come quella in Afghanistan, Iraq, Yemen, Gaza e Siria che sono ormai scarsamente menzionate dai media. Allo stesso modo respingiamo l’espansione provocatoria della NATO col dispiegamento di truppe ed armi offensive sul confine Russo.

Mettiamo in guardia contro il pericolo dell’escalation fino a una guerra nucleare

C’è il rischio concreto che la guerra possa intensificarsi fino allo scontro fra superpotenze che porterebbe rapidamente alla guerra mondiale. Gli arsenali nucleari a disposizione hanno il potenziale per cancellare più volte l’umanità. Vogliamo veder bandite e distrutte tutte le armi NBC – in tutto il mondo. Il danneggiamento delle centrali nucleari ucraine comporterebbe la contaminazione radioattiva di vaste aree d’Europa. La guerra stessa è causa di enorme devastazione ambientale.

I governi si stanno riarmando a livelli mai visti da decenni

I produttori di armi approfittano degli enormi stanziamenti che sono stati dedicati al riarmo, la sola Germania si è impegnata per 100 miliardi di Euro. Noi rifiutiamo il riarmo. Armi e guerre si fanno sempre a spese della popolazione e del progresso sociale e scientifico.

I veri confini non dividono i popoli ma chi sta sopra da chi sta sotto

I popoli non devono essere accomunati con i loro governi, né all’Est né all’Ovest.

Condanniamo l’esclusione degli scienziati russi dalla comunità internazionale dei ricercatori e dal lavoro di ricerca così come ha fatto in Germania l’Alleanza delle Organizzazioni Scientifiche. Ci opponiamo allo sciovinismo e al nazionalismo aggressivo. Riconosciamo le coraggiose proteste contro la guerra degli scienziati russi così come dei movimenti delle donne e dei lavoratori.

Al giorno d’oggi la scienza si svolge in un contesto di cooperazione internazionale. Da questo nascono amicizia, fiducia e il dovere di adoperarsi per la pace e l’amicizia internazionale tra i popoli.

Lavoriamo con grande impegno nei campi delle scienze, dell’educazione, delle arti e della tecnologia. Con il nostro lavoro vogliamo contribuire ad una vita migliore per tutti. Una vita che sia in armonia con la natura e dove sia possibile sconfiggere la fame e la povertà.

Non vogliamo che il nostro lavoro venga abusato per lo sviluppo di armi autonome e di distruzione di massa. Vogliamo un mondo dove le guerre imperialiste appartengano una volta per tutte al passato.

For support and signing, please make an email to: info@offene-akademie.org






Spenden

Helfen Sie mit, dass dieses einmalige Forum kritischer Wissenschaft und Kultur finanziell unabhängig, allein durch Spenden, Seminar-Beiträge und Literaturverkauf leben und sich fortentwickeln kann.

Jetzt spenden
>